Close
Logo

Chi Siamo

Sjdsbrewers — Il Posto Migliore Per Conoscere Il Vino, Birra E Superalcolici. Indicazioni Utili Da Parte Di Esperti, Infografica, Mappe E Altro Ancora.

Articoli

Quale vino berrà Gesù?

È difficile ignorare l'importanza del vino nella Bibbia. Secondo l ''Oxford Companion to Wine', la vite è menzionata più di ogni altra pianta. Uno studio della Brigham Young University nello Utah ha scoperto che la parola trasmissione , una delle tante parole ebraiche antiche usate per il vino, è usata 140 volte nell'Antico Testamento. La prima cosa che Noè fa dopo il diluvio quando raggiunge la terraferma è piantare una vigna, essere distrutto e svenire nella sua tenda. Più tardi, Gesù si presenta a un matrimonio con i suoi discepoli. Durante il ricevimento, la festa nuziale finisce il vino e Gesù compie il suo primo miracolo, trasformando l'acqua in vino e salvando gli sposi da un epico passo falso. E verso la fine della sua vita, Gesù usa il vino nell'ultima cena come simbolo del suo sangue. Il vino gioca un ruolo centrale nelle narrazioni bibliche.

Che tipo di vino stavano bevendo?

L'uva da vino ha fatto molta strada dai giorni di Gesù e del re Davide. Ci sono stati millenni di mutazioni e impollinazioni incrociate, spostamento da guerre e culture diverse che hanno adottato la terra nel tempo, quindi è molto difficile stabilire quali uve siano state coltivate e utilizzate per produrre vino in Medio Oriente. Non è per mancanza di tentativi, però. I produttori di vino in Israele hanno lavorato per trovare le varietà utilizzate nell'antichità attraverso test del DNA e scavi archeologici. Hanno identificato circa 70 varietà autoctone, Il rapporto del New York Times s, con 20 adatti alla vinificazione. È roba piuttosto eccitante. Una cantina - Recanati Winery - ha prodotto un vino chiamato 'marawi' nel 2015, la prima uva autoctona trasformata in vino nella storia israeliana moderna.



Ma a parte questo progetto del DNA piuttosto entusiasmante, è difficile sapere cosa avrebbe potuto avere il tuo personaggio biblico preferito nel suo bicchiere di vino. Ciò che è più facile capire è come veniva prodotto il vino nel corso della giornata. Gli archeologi hanno trovato anche antichi torchi da vino con dipinti tombali egiziani che raffigurano il processo di vinificazione. Questo, insieme agli scritti di Plinio il Vecchio, ci dà un senso dello stile del vino del tempo.



Questo è l'ultimo cavatappi che comprerai mai

Come facevano il vino?

Il processo di vinificazione è iniziato con le strutture costruito in pietra nei vigneti. Questi erano i torchi per il vino e contenevano una grande piattaforma quadrata profonda pochi piedi. In esso, scaricheresti l'uva. A volte questi torchi avevano un traliccio costruito su di loro con delle corde che penzolavano per tenersi mentre si camminavano. Mentre calpestavano l'uva, il nuovo succo scorreva negli 'yeqeb' e veniva quindi raccolto in tini di terra e conservato in un luogo fresco o sott'acqua per iniziare la fermentazione naturale.

È qui che diventa interessante. Manterrebbero le bucce dell'uva pigiate e usali in seguito . Il vino per gli antichi era nella maggior parte dei casi più un prodotto di sopravvivenza che un lusso, anche se si diceva che i ricchi facessero del buon vino che poteva durare alcuni anni. Per la gente comune, il vino doveva durare fino al raccolto successivo e, senza la tecnologia che abbiamo oggi, dovevano assicurarsi che il vino nuovo non fermentasse troppo a lungo o si trasformasse in aceto. Per questo motivo era pratica comune aggiungere il mosto, che conteneva dello zucchero naturale in più, al vino nuovo in modo che travolgesse il lievito, interrompendo la fermentazione prima che il vino entrasse nella zona dell'aceto. Il mosto veniva anche impastato con acqua per il succo di frutta per donne e bambini a cui non era permesso bere vino.



Sistema di vinificazione piuttosto fantastico per l'antichità, giusto? Il fatto è, tuttavia, che non esisteva la filtrazione o il travaso del vino da un recipiente all'altro dopo che il materiale organico si era depositato fino a quando il vino era limpido. Quindi, con tutto questo in mente, possiamo vedere come si assaporava il vino nel corso della giornata.

Allora che sapore aveva il vino?

Ecco la mia migliore stima di come sarebbe stato il vino ai giorni di Gesù. A causa dell'assenza di filtrazione, il vino biblico probabilmente non era liscio ma un po 'duro a causa della costante esposizione al materiale organico che di solito filtriamo oggi. Il mosto aggiunto aumenterebbe un po 'il grado alcolico ed estrarrebbe un ulteriore strato di tannino, rendendolo un po' ruvido sui bordi. Ma a causa del mosto aggiunto, i livelli di zucchero residuo sarebbero più alti, il che aggiungerebbe una succosa rotondità alla durezza. Il vino rosso sarebbe probabilmente di colore molto scuro, motivo per cui nella Bibbia Gesù lo usa come simbolo del suo sangue.

E non ci sarebbe vino bianco, secondo me. Non credo che gli antichi separassero le bucce di vino bianco dal succo e poi fermentassero separatamente. Il vino ottenuto da uve bianche sarebbe probabilmente di colore ambrato per l'esposizione all'ossigeno e l'interazione del mosto. Anch'esso sarebbe aspro e succoso, con meno tannino ma abbastanza per accompagnarsi davvero bene con i cibi locali.



Quindi i vini al tempo della Bibbia erano grandi, rotondi, succosi, austeri, di colore rosso o ambrato. Quell'austerità veniva spesso ridotta con l'acqua. Fondamentalmente era richiesto nel mondo antico diluire il tuo vino con un po 'd'acqua per arrotondarlo, e se non lo facevi sei visto come un barbaro. Plinio dedica alcuni dei suoi scritti a diversi rapporti di diluizione, a seconda del vino, in modo da non comprendere il bouquet di un vino.

Se la coppia che si era sposata a Canaan era ricca, allora Gesù e i suoi apostoli stavano probabilmente bevendo vino nuovo che era stato diluito proprio in modo che fosse rotondo e fruttato, con la giusta quantità di dolcezza per gli invitati al matrimonio per proclamarlo era il migliore in circolazione.

Qual è il vino che abbiamo oggi più simile a quello che stavano sorseggiando?

È difficile trovare un vino moderno che si avvicini a ciò che stavano bevendo i personaggi della Bibbia. Per il rosso è particolarmente difficile perché la tecnologia moderna elimina i problemi che stavano affrontando. Ma Tannat dall'Uruguay è probabilmente il più vicino a cui sei venuto. Per il bianco, direi che quello che è noto come vino 'arancione' è molto probabilmente quello che avrebbero sorseggiato. Un buon esempio è la Rebula di Kabaj dalla Slovenia, o Bodegas R. Lopez de Heredia dalla Spagna.