Close
Logo

Chi Siamo

Sjdsbrewers — Il Posto Migliore Per Conoscere Il Vino, Birra E Superalcolici. Indicazioni Utili Da Parte Di Esperti, Infografica, Mappe E Altro Ancora.

Articoli

Cos'è un clone di vite d'uva?

Cos

Un concetto che è molto diffuso ma non discusso molto in dettaglio (lo ammetteremo, è un po 'scientificamente intimidatorio) è: il clone. Non stiamo parlando di pecore condannate o di barattoli di repliche terrificanti di Ripley da Aliens. Stiamo parlando di cloni d'uva. Anche se sei un bevitore di vino più disinvolto, probabilmente hai sentito il termine e hai supposto, giustamente, che abbia qualcosa a che fare con i metodi orticoli dietro la roba che è nel tuo bicchiere. Allora cos'è esattamente?

Il modo migliore per capire cos'è un clone d'uva è capire a cosa serve. La maggior parte delle piante si riproduce sessualmente, non romanticamente, ma attraverso una combinazione di materiale genetico di due piante madri, spesso trasportate da una pianta all'altra dal vento o da api adorabilmente utili. Due vitigni possono riprodursi in questo modo, producendo un nuovo vitigno bambino con metà delle sue caratteristiche da vite di papa e metà da vite di mamma.



Va tutto bene, a meno che tu non stia cercando di mantenere il carattere di un'uva da vino di grande successo (o isolare una buona caratteristica, ad esempio resistenza alle malattie, aroma, sapore). Per un vignaiolo, il modo migliore per preservare le caratteristiche di un vitigno è la riproduzione tramite clonazione: un pezzo di quella che viene chiamata 'vite madre' viene tagliato e o piantato direttamente nel terreno, dove germoglieranno le proprie radici , o innestato su un altro vitigno. Con un solo “genitore”, il contenuto genetico della nuova vite sarà teoricamente lo stesso.



36 Regali e gadget per chiunque ami le bevande

Diciamo teoricamente perché, poiché il vino è infinitamente complicato, possono effettivamente verificarsi delle variazioni. ' Si verificano comunemente lievi variazioni genetiche tra i molti miliardi di cellule che compongono una vite ', il che significa che un pezzo di vite A potrebbe essere piantato per produrre la vite A-2, ma una mutazione genetica casuale potrebbe cambiare alcune caratteristiche, rendendola non più identica alla vite A. Uno dei molte ragioni per cui abbiamo così tanto vino: i vitigni sono altamente adattabili, reagiscono all'ambiente e spesso mutano di conseguenza. La mutazione può essere buona o cattiva, ed è l'obiettivo dell'enologo isolare la vite con le migliori caratteristiche e propagarla tramite la clonazione. Ad esempio, ci sono centinaia di cloni di Pinot Nero e hanno tutti un insieme unico di caratteristiche .

I cloni non devono essere confusi con 'croci' e 'ibridi'. Un incrocio si verifica quando due varietà di uva appartenenti alla stessa specie, Vitus vinifera, vengono incrociate, producendo una nuova varietà di uva. (Cabernet Sauvignon è un incrocio tra Sauvignon Blanc e Cabernet Franc.) Un “ibrido” è fondamentalmente lo stesso tranne che l'allevamento avviene tra due uve di specie diverse. Le croci sono molto più comuni degli ibridi, ma i cloni sono i più comuni infatti, poiché la variazione genetica avviene da sola, i cloni sono in realtà inevitabili.



Non stiamo cercando di caricarti di argomenti di conversazione per la tua prossima cena. I cloni d'uva stanno effettivamente diventando un po 'più importanti nel settore, anche per il consumatore. Cosa che forse non dovrebbe sorprendere in un mare di Cabernet Sauvignon, un ottimo modo per differenziarti è individuare l'eccellenza del clone che stai utilizzando, come 'California Clone 22', che produce uve con un pH più alto adatto alla produzione di rossi potenti e fruttati della California.