Close
Logo

Chi Siamo

Sjdsbrewers — Il Posto Migliore Per Conoscere Il Vino, Birra E Superalcolici. Indicazioni Utili Da Parte Di Esperti, Infografica, Mappe E Altro Ancora.

Articoli

La scienza dietro la birra Koozie

La scienza dietro la birra Koozie

CraftBeer.com

28 luglio 2017

Ah, la fidata birra koozie (a.k.a. beer cooler, can hugger, coolie). Quasi ogni amante della birra ne ha nascosti diversi in un cassetto, conservando ricordi di feste della birra passate, marchi preferiti o destinazioni di birra.



Potresti pensare che sia lì per proteggere le tue mani dal freddo fastidioso. Forse lo vedi come un modo per impedire al calore delle tue mani di riscaldare la birra. O forse lo usi per mantenere una lattina di birra scivolosa in posizione quando le gocce d'acqua si accumulano sulla superficie.



( LEGGERE: La scienza dietro la schiuma di birra )

Tuttavia, quelle gocce hanno effettivamente un effetto molto più sinistro.



Che tu ci creda o no, quelle stesse gocce possono spingere la temperatura della tua birra al punto che non ha più il sapore che intendeva il birraio. Sì, avete letto bene. Nonostante la birra abbia un trucco di circa il 95% di acqua, alcune gocce apparentemente innocenti sono Summertime Public Enemy No.1.

Per comprendere appieno (gioco di parole) la scienza alla base di questo concetto, facciamo un passo indietro e guardiamo prima il barattolo che hai in mano.

History Behind the Beer Coolie (Koozie, Coastie, ecc.)

Sai già che questo isolante per lattine ha molti nomi: coolie, cosy, qoozie, coastie o il mio porta tozzo preferito. (Se lo chiami un porta tozzo, è probabile che tu sia in Australia, dove la birra da 375 ml è stata definita tozza perché era la bottiglia corta e tozza rispetto alla versione più grande da 750 ml.)



La stessa parola 'koozie' è in realtà un marchio registrato e la società ha sostenuto con successo Tribunale per continuare a possedere il proprio marchio.

La scienza dietro la birra Koozie

Christine Fleek di Grandstand Glassware + Apparel dice che proprio come Kleenex, Chapstick e Taser, il nome koozie è fondamentalmente sinonimo del prodotto. La sua azienda può creare praticamente qualsiasi colore, stile, dimensione o design e Christine ha visto il mercato continuare ad espandersi poiché diverse dimensioni e tipi di contenitori continuano a colpire il mercato della birra artigianale.

(IMPARARE: Il grande glossario delle parole sulla birra di CraftBeer.com )

“Le più popolari sono le semplici vecchie lattine pieghevoli koozie per 12 once. lattina e il 64 oz. Growler koozie. Ne vendiamo tonnellate per mantenere la birra fresca mentre la trasportiamo a casa ', spiega. 'Di solito, il materiale è fondamentalmente schiuma di scuba per lattine / bottiglie e neoprene per i growler perché è un tessuto più pesante e più in grado di sopportare il peso di un growler completo'.

Ci dice che i coolies della birra sono ancora popolari perché soddisfano due grandi esigenze.

“Il koozie è un ibrido tra marketing e necessità di attrezzature per la birra. La maggior parte dei nostri clienti li usa come omaggio per acquisizioni di rubinetti, lanci di vendite in nuovi territori per rafforzare i loro marchi e articoli al dettaglio. I clienti del clima più caldo negli stati meridionali li vendono solo perché sono utili attrezzi da birra a temperature elevate. Crowler I koozies sono sicuramente la prossima ondata, con la popolarità di questo metodo di riempimento del growler. '

La temperatura di servizio della birra è importante

È chiaro che questo isolante per bevande ha una lunga storia e un lungo futuro per l'avvio.

E sebbene ci siano molte ragioni per buttare giù una koozie, siamo tutti d'accordo sul fatto che cercare di mantenere una birra a una temperatura desiderabile è la ragione per la maggior parte di loro. Non sono molte le persone che desiderano una birra tiepida in una calda giornata estiva.

Basandosi solo sulla temperatura, si potrebbe sostenere che una birra più calda non è altrettanto rinfrescante. Ma c'è molta più scienza coinvolta oltre alla semplice temperatura. Jessica Miller di Birrificio della riforma spiega come la temperatura influisce sul gusto della tua birra sia da una lattina che quando viene servita in un bicchiere.

'Troppo freddo è un problema e troppo caldo è un problema', spiega Miller. 'UN vetro congelato o appena sopra congelato può disattivare alcuni dei sapori e degli aromi che il birraio intendeva. Troppo caldo e rischi di ossidare la birra, che emana quel sapore di cartone o sapore metallico. '

Inoltre, per darti una possibilità di combattere durante il tuo bere all'aperto, la birra deve essere conservata e raffreddata correttamente dall'inizio.

“La conservazione della birra a circa 38 gradi è l'ideale. La birra raggiungerà rapidamente la temperatura, soprattutto se viene servita da una lattina. Un dispositivo di raffreddamento con condizioni di bagno di ghiaccio generalmente fornisce l'ambiente migliore per ottenere la birra in lattina entro il giusto intervallo di temperatura iniziale in una giornata calda ', afferma Miller.

Ma ancora una volta, si tratta meno della temperatura iniziale e più della temperatura raggiunta dalla birra quando riesci a berlo. Non solo si possono sviluppare aromi sgradevoli, ma anche il sistema di somministrazione dei composti aromatici inalterati può andare in tilt.

(LEGGERE: Cosa c'è di sbagliato nella mia birra? )

“A meno che una birra non venga prodotta come real ale e botte condizionata , il consumatore tipico si aspetterà quel caratteristico morso che proviene dalle bolle di anidride carbonica che esplodono al palato ', ci dice Miller. “Man mano che la birra si riscalda, perde anche la carbonatazione. Una birra piatta probabilmente non soddisferà le aspettative. '

Ogni particolare stile di birra ha una temperatura ideale che combina la necessità di rinfrescare temperature fresche, con la necessità che i composti aromatici inizino a saltare fuori dalla birra mentre si riscalda. Puoi trovare i migliori intervalli di temperatura di servizio per stili di birra specifici su CraftBeer.com Guida allo stile della birra .

Mentre è abbondantemente chiaro, le birre grandi e alcoliche sono le migliori a temperature più calde, è difficile controllarlo con le lattine in un ambiente esterno.

Come Miller ricorda a tutti noi, 'Nessuno ha un frigorifero portatile di cui sappiamo che abbia temperature diverse'. Se qualcuno che sta leggendo questo articolo inventa una cosa del genere, devi alla Reformation Brewery una o due birre perfettamente ghiacciate.

La scienza dietro la birra KoozieScienza del trasferimento di calore

Quando la lattina di birra è fredda e vuoi che si alzi un po 'in temperatura, perché preoccuparti di una birra fresca?

Sebbene una presa migliore, mani comode, isolamento extra dalle temperature esterne e rallentamento del trasferimento di calore dalle mani alla birra siano tutti fattori, il compito più importante del coolie della birra è quello di impedire la formazione di goccioline d'acqua sulla lattina quando ti godi una birra in aria ad alta umidità. Ogni goccia che si forma aggiunge calore alla lattina. Questo processo è noto come calore latente (o più specificamente riscaldamento condensazionale) e, sebbene sembri misterioso, è molto probabile che tu abbia già familiarità con il processo scientifico opposto.

Esci da una piscina in una calda giornata estiva e senti freddo. Questo raffreddamento per evaporazione è la perdita di calore latente dall'acqua liquida che evapora in vapore acqueo gassoso. Quando il vapore acqueo si condensa di nuovo in un liquido, crea una quantità di calore simile. Ma non devi credermi sulla parola.

Capire il calore latente

Il dottor Dale Durran è un

“Ci vuole energia per aumentare la temperatura della birra, dell'acqua o di qualsiasi pezzo di materia. L'acqua cambia da solido (ghiaccio) a liquido, a vapore (gas) quando i legami tra le molecole si rompono. Il ghiaccio ha molecole d'acqua legate ad altre sei per formare un cristallo approssimativamente esagonale. Quando i legami si rompono, il ghiaccio si scioglie e una volta che tutti i legami si sono rotti, il liquido evapora. L'energia necessaria per rompere tali legami è il 'calore latente'. La rottura o la riforma dei legami è reversibile. Ci vuole calore per far evaporare l'acqua e quando il vapore acqueo si condensa nuovamente in liquido, viene liberata la stessa quantità di calore ', spiega. “Inoltre, è necessaria molta energia per rompere i legami ed evaporare l'acqua. Confronta il tempo necessario per portare una pentola d'acqua all'ebollizione con quello necessario per far evaporare effettivamente quell'acqua '.

( LEGGERE: Sei programmato per odiare le birre luppolate? )

Se pensi a quell'esempio di acqua bollente e alla quantità di calore richiesta per farlo, è il modo in cui quelle gocce d'acqua che si condensano possono aggiungere una quantità significativa di calore nella tua birra. Tutto dipende da quanto calore stiamo parlando.

'In una giornata calda e umida, una lattina della tua bevanda fredda preferita si copre rapidamente di condensa', spiega il dott. Durran.

La condensa potrebbe non sembrare molta acqua, ma se la tua bevanda arriva in una lattina di alluminio da 12 once e uno strato di gocce d'acqua si condensa sulla sua superficie dello spessore di 0,1 mm, in realtà si tratta di 2,9 grammi di acqua.

Il dottor Durran prosegue spiegando che il processo di calore latente anche su quella quantità apparentemente piccola di acqua è abbastanza potente da aumentare la temperatura dell'acqua di circa 8,8 gradi Fahrenheit.

La scienza dietro la birra Koozie

Il caldo estivo e l'umidità peggiorano le cose

A peggiorare le cose, se la temperatura esterna è più calda della metà degli anni '60 e l'umidità relativa è superiore al 60 percento (che è quasi sempre in estate al sud), la quantità di calore che la tua birra guadagna a causa di le gocce d'acqua superano di gran lunga la quantità di calore acquisita dalla sola temperatura dell'aria calda. Più caldo e più umido diventa fuori, peggiori diventano queste condizioni.

Il dottor Durran ha scoperto che se si porta una lattina in alcuni dei livelli di umidità relativa quasi record del mondo vicino al Golfo Persico e al Mar Rosso per soli cinque minuti, l'acqua che si condensa sull'alluminio riscalda la birra fino a 16 gradi. Aggiungete a ciò il calore che proviene dalla vostra mano e il trasferimento di calore dalla temperatura dell'aria che è calda, e farete meglio a essere un bevitore molto veloce.

( VIAGGIO DELLA BIRRA: 7 birrifici meritano una deviazione )

Per fermare tutto quel calore aggiunto, tutto ciò di cui hai bisogno è una semplice lattina. In termini scientifici del Dr. Durran, 'Impedisce al vapore acqueo di condensarsi sulla lattina. La superficie del koozie è al di sopra del punto di rugiada. ' Ciò significa che l'acqua non può formarsi all'esterno del koozie, e certamente non si formerà sulla lattina all'interno del koozie. Prende il calore latente dall'equazione.

Quindi la prossima volta che hai intenzione di portare una lattina fuori, entra in quel cassetto koozie, prendi il tuo preferito del gruppo. Proteggerà la tua birra dal calore latente e dal riscaldamento di condensa mantenendo l'acqua all'interno della lattina invece che all'esterno.

La scienza dietro la birra Koozieè stata modificata l'ultima volta:18 ottobre 2017diMark Elliot

Mark Elliot è un fan della birra artigianale e meteorologo per The Weather Channel, quindi il clima estremo e la birra estremamente fantastica sono due delle sue cose preferite. Gli piace passare il tempo con sua moglie, sua figlia (che prende il nome da un birrificio) e i loro due adorabili cani da ricovero.

Leggi di più da questo autore

CraftBeer.com è completamente dedicato ai birrifici statunitensi piccoli e indipendenti. Siamo pubblicati dalla Brewers Association, il gruppo commerciale senza scopo di lucro dedicato alla promozione e alla protezione dei piccoli e indipendenti birrifici artigianali americani. Le storie e le opinioni condivise su CraftBeer.com non implicano l'approvazione o le posizioni assunte dalla Brewers Association o dai suoi membri.