Close
Logo

Chi Siamo

Sjdsbrewers — Il Posto Migliore Per Conoscere Il Vino, Birra E Superalcolici. Indicazioni Utili Da Parte Di Esperti, Infografica, Mappe E Altro Ancora.

Blog

Riepilogo del racconto dell'ancella: June ha il suo (primo) giorno in tribunale

Non sono sicuro di cosa sia più profondamente soddisfacente in questa settimana Il racconto dell'ancella : il modo in cui June finalmente riesce a dire al mondo esattamente come Gilead abusa delle sue donne, o il modo in cui Juneaccende la rabbia latente delle sue ex ancelle fino a trasformarsi in un falò scoppiettante.

L'episodio 8, intitolato Testimonianza, vede June apparire all'udienza di conferma delle accuse per Fred Waterford. I procedimenti della Corte penale internazionale sono un precursore di un processo e June non deve apparire di persona, ma lo desidera. Oppure, come dice in modo così pittoresco mentre frequenta un gruppo di supporto per le ancelle gestito da Moira: Non vedo l'ora.



Ma come va quando June manda in onda i peccati dei Waterford in un forum pubblico? Continua a leggere per i momenti salienti dell'ora.



FANTASMI DEL PASSATO | All'inizio dell'episodio, June si taglia i lunghi capelli da ancella in bagno. È (comprensibilmente) arrabbiata per tutto ciò che ha passato, e si chiede ad alta voce con Moira perché più donne nel gruppo di supporto non sono piene di una rabbia simile. Come fai a sapere che non lo sono? Moira risponde.

le-ancelle-racconto-stagione-4-episodio-8L'incontro, tenuto presso una biblioteca locale, viene interrotto da una donna che vuole parlare con Emily. Vedendo la reazione scossa di Emily all'aspetto della donna, June e Moira urlano allo sconosciuto di andarsene. Mentre esce, la donna lascia cadere a terra le sue informazioni di contatto; June lo raccoglie. Quella sera, a cena, apprendiamo che la donna era conosciuta come zia Irene a Galaad, ed è stata assegnata al distretto in cui Emily era stata assegnata prima di incontrare June. June esorta la sua amica ad affrontare Irene, che ora si chiama Iris. Devi tirare fuori tutto quello che hai tenuto dentro. Te lo prometto, ti sentirai meglio, dice. Emily non è sicura. Non siamo tutti come te, dice, e viene consegnato dolcemente ma sembra un atto d'accusa.



GIUGNO TESTIMONIA | Ricordi come June ha detto a Luke di aver visto Hannah alla casa sul lago? Ne parla a Mark Tuello, e June è furiosa quando lo scopre - non voleva ancora dirlo a Tuello. Luke sta lottando enormemente per capire sua moglie e quello che ha passato, ma come dice in lacrime a Moira (non sapendo che June può origliare), lei è come un'estranea la metà del tempo. Parliamo di Hannah, e poi a letto... Moira lo tira su e gli dice di essere paziente, perché superare il trauma di Gilead è una strada accidentata.

Il giorno dopo, Luke si presenta a corte, anche se June non voleva espressamente che partecipasse. I Waterford si presentano come un fronte apparentemente unito, con Serena vestita di verde acqua maternità. June presta giuramento e testimonia. Ripercorre gli eventi della serie e so che sappiamo tutti che ci sono molti stupri in questo spettacolo, ma WOW ascoltare questa litania è straziante. June è molto concreta nella sua consegna fino a quando non inizia a parlare della signora Lawrence e dei miei amici, che hanno perso la vita e non possono mai essere ascoltati. Chiede alla corte di processare Fred e di schiaffeggiarlo con la massima condanna possibile per i suoi crimini.

Chiedo, conclude, giustizia.



L'avvocato di Fred è autorizzato a interrogare June, e l'avvocato apre parlando di come June abbia iniziato a vedere Luke quando era ancora sposato con un'altra donna. Diventa più brutto, e poi Fred non riesce a trattenersi dall'alzarsi e rivolgersi direttamente alla sua ex ancella. La situazione degenera, e alla fine June ce l'ha fatta. Ho finito, annuncia, voltandosi per andarsene. Qualcos'altro può aspettare la tua prova. (Nota a margine: chi altro è rimasto sconcertato dal numero di sostenitori che i Waterford avevano mentre uscivano dall'edificio?)

le-ancelle-racconto-stagione-4-episodio-8Quella sera, a casa, Luke si scusa per essere venuto in tribunale, ma almeno ora so tutto, e forse possiamo andare avanti, dice speranzoso. (Nota a margine: non può REALMENTE pensare di sapere tutto dopo aver ascoltato la sua breve dichiarazione, giusto?) Lei interrompe i suoi tentativi di convincerla ad aprirsi con lui, e sono entrambi in lacrime mentre il peso di tutto si deposita su di loro . Alla fine, iniziano a baciarsi, ma quando lei cerca la sua cintura, lui la ferma. Parla con me! lui piange, ma lei no, e se ne va. Luca si copre il viso e piange.

'MI SENTO FANTASTICO' | Alla successiva riunione del gruppo di supporto, June trova zia Irene in giro fuori e la porta dentro. Una rapida alzata di mano rivela che un gruppo di ex ancelle vogliono che rimanga, ed Emily dice che va bene, così June spinge una sedia al centro del cerchio e la donna più anziana si siede.

È allora che scopriamo che Irene è stata la persona che ha scoperto l'amante di Emily e ha informato gli occhi, ovvero Tu sei il motivo per cui hanno impiccato quella povera donna, e tu sei il motivo per cui hanno mutilato Emily, dice June in tono piatto. Irene vuole che Emily la perdoni e finisce in ginocchio, implorando, ma June sottolinea che Irene si è spacciata per un'altra rifugiata per trovare rifugio in Canada. Perché pensi di meritare il perdono? lei chiede. Emily alla fine dice a Irene che non c'è niente che possa fare per aggiustare quello che è successo, e l'ex zia singhiozza.

Più tardi, però, Moira parla con Emily e dice che forse Em può convincere Irene a testimoniare. Quindi si organizza per vedere la zia... e la trova impiccata a un albero nel punto in cui avrebbero dovuto incontrarsi. Emily rallenta la macchina, poi continua a guidare. Il gruppo di supporto in seguito discute della morte di Irene, il che porta Emily a dire loro che mi sento benissimo. Sono contento che sia morta. E spero di aver avuto qualcosa a che fare con questo.

Questo allenta qualcosa nel gruppo e presto gli altri membri stanno offrendo volontariamente le loro fantasie sulla violenza che farebbero ai loro ex comandanti e alle loro mogli. Moira, un po' sconcertata, fa notare gentilmente che non possono vivere nella rabbia. Perchè no? Giugno pipe up. Perché la guarigione deve essere l'unico obiettivo? Quindi Moira cerca di concludere la sessione, ma June dice che vuole restare, e anche il resto delle donne lo fa.

A casa, June trova Luke e lo abbraccia forte, pronta a svelare di più: devo raccontarti dell'ultima volta che ho visto Hannah.

le-ancelle-racconto-stagione-4-episodio-8TORNA A GILEAD | Dopo che la zia Lydia si arrabbia e usa il pungolo del bestiame su un po' di troppe persone (inclusa un'altra zia), finisce di fronte al comandante Lawrence. Deve ucciderti che June abbia vinto, osserva seccamente prima di dirle che ha bisogno di lei di nuovo in forma, perché hanno una situazione: un'ancella fuggitiva catturata a Chicago, ed è Janine. Lei vive! Lawrence sottolinea che Lydia ha un gusto per causare dolore e vuole darle uno sfogo per questo. Quindi, dice, indicando la foto di Janine, fai di lei quello che vuoi.

La povera Janine è detenuta nella stessa prigione di tortura dove hanno portato Jane. Lydia le dice che June è in Canada, e Janine chiede solo debolmente di non essere fatta di nuovo un'ancella. Lydia l'abbraccia e piange.

Ora è il tuo turno. Cosa ne pensi dell'episodio? Audio disattivato nei commenti!